09-03-2012

Manuel Vanacore - tuttomercatoweb

Un summit per conoscersi. E, forse, qualcosa di più. E' quello che è andato in scena, in gran segreto ma scovato in anteprima da Tuttomercatoweb.com tra la Juventus ed il Bologna per Gaby Mudingayi. Il centrocampista belga è uno dei gioielli e dei cardini della formazione di Stefano Pioli e sembra che i bianconeri abbiano deciso di accelerare i tempi, poiché sul ragazzo ci sarebbe anche il forte interessamento da parte del Milan. Una nuova sfida, una nuova asta, stavolta con un nuovo obiettivo: Gaby Mudingayi

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Lucio Faiola - ole-diario deportivo

Come riporta Ole-Diario Deportivo e della pazzia europea per il Loco Bielsa: Il giorno dopo che Messi ha occupato i maggiori portali, Marcelo Bielsa e l'Athletic Bilbao si sono presi le copertine dei media più importanti. Tutti evidenziano il gioco della squadra basca e il lavoro di Marcelo Bielsa al timone.
Marcelo Bielsa ha reso la sua squadra da rispettare in Spagna nella prima stagione che ha gestito il club. Ora, con tale successo ottenuto contro il Manchester United e niente di meno che a Old Trafford, la sua fama si diffonde in tutta Europa.
Secondo il quotidiano britannico The Sun, uno dei più popolari, il titolo della vittoria basca era "I leoni divorano i diavoli rossi". Inoltre, hanno chiamato una notte"da incubo" quella vissuta dal Manchester United. Un altro mezzo britannico, The Independent, ha sottolineato la "complessità tecnica" della proposta di Bielsa ed i suoi ragazzi hanno dato "un'ondata di calcio".
La stampa spagnola è piena di lodi per la vittoria del Loco. "Glorioso Athletic",titola Marca. Nella sua cronaca della partita ha scritto: "Il Manchester United, con il suo budget enorme e il suo palmares impressionante, è stato superato da un capo all'altro dal miglior Athletic che si possa ricordare, una squadra vicino alla terra, alle città vicine, al quartiere, che ha assaltato l'Old Trafford ".Questo è solo un esempio tra i molti riconoscimenti.
Dopo un inizio accidentato, l'allenatore rosarino ha promesso di correggere gli errori ed i risultati che sono venuti fuori testimoniano un grande rendimento. Oltre a combattere per avanzare ai quarti di finale della Europa League, spera di conquistare la finale di Coppa contro il Barcellona e il quarto posto nel campionato spagnolo. Il pubblico già lo ama erano 7.000 i tifosi che hanno occupato la tribuna dell'Old Trafford, il più grande movimento internazionale di appassionati dell' Athletic

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Manuel Vanacore - calciomercato.it

Il giovane talento inglese Charles Vernam, appena 15 anni, svolgerà un periodo di prova a Milanello per convincere i dirigenti rossoneri a tesserarlo definitivamente. Gli osservatori del Milan lo hanno scovato nelle giovanili dello Scunthorpe United, squadra di League Onee di questo attaccante si dice un gran bene

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Nicola d'Altilia - Corriere dello Sport

MILANO, 9 Marzo – A poco più di quattro mesi dalla morte di Marco Simoncelli il Milan, la squadra di cui era tifosissimo il pilota di Coriano, gli dedica una giornata speciale. «Domenica pomeriggio, un girone dopo, il Milan rende omaggio a Marco Simoncelli, scomparso sul circuito di Sepang lo scorso 23 ottobre», si legge in un comunicato della squadra milanese. «In quella triste domenica, i rossoneri si trovavano in Puglia, per affrontare il Lecce in occasione della 8° giornata di campionato. Ora, in contemporanea di Milan-Lecce, a 4 mesi dalla sua scomparsa, tutto San Siro si unirà in un lungo applauso per ricordare Marco, grande tifoso rossonero». Il clou sarà quando i 58 bambini della Scuola Calcio che i rossoneri hanno a Coriano, il Milan ASD Junior Coriano, entreranno in campo a San Siro nel pre-partita esponendo uno striscione con l’immagine dell'indimenticato pilota della Honda Gresini.
GIORNATA SHOCK – Lecce-Milan fu una partita incredibile, con la morte si Supersic comunicata a metà mattina e i giocatori del Diavolo quasi in stato di shock che presero tre gol dai salentini. Ma Nel secondo tempo accadde qualcosa, un recupero clamoroso che portò il Milano a vincere per 4-3 come se fossero Simoncelli impegnato in una delle sue famose rimonte. «Per Christian Abbiati, per Rino Gattuso, per tutto il Milan non era stato facile scendere dal pullman quella domenica», continua il comunicato. «La testa e il cuore erano tutti per lui e con lui. Solo pochi giorni e sarebbe stato a Milanello con loro. Un Lecce-Milan difficile da accettare e da vivere per i giocatori rossoneri, amici del Sic, dopo il volo fatale. Il Milan e Fondazione Milan augurano un buon lavoro a Fondazione Marco Simoncelli, la neonata Onlus fondata recentemente dalla famiglia di Marco», conclude il messaggio della società rossonera


ndr: Sono ORGOGLIOSO di tifare per un Club che non DIMENTICA! W SIC!

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Lucio Faiola - globoesporte

Anche i rivali sono togliersi il cappello davanti a Lionel Messi. Il vice presidentedel Milan, Adriano Galliani, è uno di loro. Il dirigente, che di recente ha messo Ibrahimovic allo stesso livello dell'Argentino e di Cristiano Ronaldo, ha detto: mai visto un giocatore con qualità quanto Lionel Messi. E guardate che ho avuto l'opportunità di vedere i grandi nomi della storia del calcio mondiale…
"Dato che non sono così giovane, mi ricordo Di Stefano, Pelè e Maradona, ma mai ho visto un giocatore così forte. In un'epoca in cui il calcio è più duro, più fisico, più violento. Messi è il giocatore è il più grande di tutti i tempi".
Inoltre, il dirigente, di solito fiducioso, ha anche dimostrato cautela quando si parladel futuro della sua squadra in Champions League - soprattutto se il sorteggio metterà il faccia a faccia con Lionel Messi, Xavi, Iniesta & co.
"La Champions League non fa paura, è la paura che provoca il Barcellona"

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Manuel Vanacore - calciomercato.it

Gli uomini mercato del Milan continuano a monitorare tutto il palcoscenico europeo alla ricerca di giocatori pronti per dare quel qualcosa in più alla squadra allenata da Massimiliano Allegri. In vista della prossima campagna acquisti estiva si starebbe pensando di rinforzare il centrocampo con almeno un innesto. L’ultimo nome interessante in quest’ottica sarebbe quello di Nuri Sahin, centrocampista della nazionale turca reduce da diversi guai fisici. In forza al Real Madrid dall’estate scorsa, il calciatore non sembra avere la fiducia di Josè Mourinho ed ha collezionato appena cinque presenze fino a questo momento. Galliani e Braida approfitteranno della situazione?

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Gazzetta dello Sport

"Mai più in nero", l'amministratore delegato Adriano Galliani, si sa, non sottovaluta storia e tradizioni (positive e negative) del Milan. Le finali di Champions League in maglia bianca ne sono uno degli esempi. Il tracollo di Londra mette un'altra pietra sul look milanista. "Mai più in nero, a Londra ho provato di tutto pur di non giocare con la maglia nera, ma non c'è stato nulla da fare. La rossonera si confondeva con quella dell'Arsenal". La maglia nera Galliani non la vuol più vedere. In stagione ko 3-1 a Napoli, 2-0 all'Olimpico contro la Lazio e 3-0 in casa dei gunners. "Per qualche anno abbiamo avuto una maglia gialla e torneremo ad averla", con quella divisa il Milan conquistò la Supercoppa Europea del 1995, proprio contro l'Arsenal

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Manuel Vanacore - sportmediaset

Il Milan e' pronto per l'assalto estivo a Carlos Tevez e Javier Mascherano. E' quanto si legge sul "Mirror". Le stelle argentine sono stati compagni di club gia' al Corinthians e West Ham, poi le strade si sono separate con Tevez al Manchester City e Mascherano a Barcellona. Adriano Galliani, secondo la stampa britannica, a Londra questa settimana per la partita con l'Arsenal in champions League avrebbe lavorato su questo fronte. Il Milan gia' a gennaio era sul punto di prendere Tevez, poi l'affare e' saltato dopo che Silvio Berlusconi ha bloccato la partenza di Alexandre Pato al Paris Saint-Germain. Il Milan ha in mente di acquistare due stelle per la prossima stagione e secondo il Mirror la cosidetta "Operazione Argentina" e' la piu' probabile

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Lucio Faiola - globoesporte

Una vittoria maturata in un clima di ostilità quella di Giovedi ', la folla si è divisa tra il sostegno al Flamengo e l'impazienza dell'Engenhão. Una vittoria di misura della squadra sull'Emelec dell'Ecuador per 1-0 per la seconda giornata del Gruppo 2 di Libertadores. Per quasi tutta la partita, i rubro-negro sono stati fischiati.
Ma niente di così straordinario come l'insoddisfazione per Ronaldinho. Nel primo tempo, quando il Flamengo ha avuto la possibilità di entrare in area di rigore, i tifosi cantavano il nome di Bottinelli. L'argentino non era nemmeno vicino al pallone quando la maglia numero 10 aveva appena segnato.
Nei primi 45 minuti, i rubro-negro giocavano con tre difensori. Il sistema aveva funzionato bene nel collettivo Martedì, ma le prestazioni della formazione non è stata ripetuta nel match. R10 ha trascorso la maggior parte della fase iniziale nel lato sinistro dell'attacco e ha cercato Botti e Wagner Love. Tuttavia, mancava il collegamento tra gli uomini d'avanti. C'era un buco nella squadra, troppi errori nei passaggi e fatica ad invadere l'area avversaria.
La posizione del giocatore è cambiata nella seconda parte del confronto. Con unuomo in più, Joel ha sostituito Welinton con Deivid. R10 continuava sulla sinistra, però cercando di più i compagni in area di rigore. La performance è migliorata

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Panorama

La voce di Mino Raiola arriva dal cuore della notte brasiliana. Mal di pancia Ibra? Grandi manovre in vista di un trasferimento in estate al Real Madrid o altrove come ipotizzato dopo lo sfogo post-Arsenal e la pace difficile con Allegri? Il procuratore dello svedese non vuole nemmeno sentirne parlare: “Lasciatemi in pace con queste cazzate. Io non rispondo al gossip”.
Una chiusura netta a qualsiasi ipotesi veda il manager italo-olandese al centro di un’operazione per portare via Zlatan da Milanello. Per colpa del fuso orario Raiola non ha avuto ancora il tempo di leggere la rassegna stampa italiana, ma l’eco delle polemiche per le critiche lanciate da Ibra dopo la notte da incubo dell’Emirates non lo lascia indifferente.
Secondo una parte della stampa alle radici ci sarebbe un’insoddisfazione dello svedese che spesso in passato è stata il sinonimo di rottura con allenatore e club. Difficoltà di rapporto sfociate nello scontro di martedì sera con Ibra che avrebbe apostrofato Allegri con durezza davanti a tutti i compagni: “Ma che ca..o di allenatore sei?”. Un trattamento che ricorda da vicino quello riservato in passato a Mancini ai tempi dell’Inter e a Guardiola al Barcellona come lo stesso Zlatan ha raccontato nella sua autobiografia.
Ibra lontano dal Milan è un’ipotesi reale o fantasia? “Senti, io non sono un procuratore di gossip ok? Sono una persona seria - attacca Raiola al telefono dal Brasile -. Lasciatemi in pace con queste cazzate”. Punto. La stessa lontananza del procuratore da Milanello dovrebbe suonare come garanzia per i tifosi del Milan

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Corriere dello Sport

Il Corriere dello Sport lancia la clamorosa indiscrezione secondo la quale l'asso svedese del Milan Zlatan Ibrahimovic vorrebbe cambiare aria la prossima estate. Destinazione prescelta Madrid, qualora José Mourinho rimanesse alla guida delle merengues. Secondo il Corriere, attualmente, il Real potrebbe essere l'unica vera destinazione (qualora Ibra lasciasse Milanello), dato che Paris Saint-Germain e Manchester City non sono ancora a livello di top club europei

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Gazzetta dello Sport

vpE' stato davanti a tutto il gruppo che si è tenuto ieri il tanto atteso chiarimento tra Zlatan Ibrahimovic e il tecnico rossonero Massimiliano Allegri. Punto focale del faccia a faccia i malumori tattici dello svedese in riferimento alla serata londinese. "Abbiamo sempre giocato con la mezza punta, a Londra abbiamo fatto di necessità virtù non avendo alternative. Se ne avessi avute, Emanuelson avrebbe giocato mezza punta", il concetto espresso da Allegri. Galliani ha chiamato il tecnico nel pomeriggio e ha assicurato di averlo trovato sereno dopo il colloquio con Ibra

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=