18.03.2012

Alberto Re - calciomercato.com

Quello di ieri allo Stadio Tardini di Parma, da parte di Silvio Berlusconi, è stato un annuncio 'Urbi et Orbi' (o meglio, 'Urby - Emanuelson - et Orbi', pensando al gran gol del centrocampista olandese): "Sono tornato ad occuparmi del Milan a tempo pieno". Perché al di là delle dichiarazioni, che pure ci sono state ("Erano 18 anni che non venivo in trasferta. Mi preparo a fare il presidente"), è questo il forte significato simbolico della presenza dell'ex Premier ieri al seguito del Millan.
Il patron rossonero non seguiva la sua squadra in trasferta da Lazio-Milan del 20 febbraio 1994 (0-1, gol di Massaro). Quello di ieri, quindi, è un segnale molto forte: sono tornato, nel momento decisivo della stagione, c'è il Barcellona alle porte, e voglio rendere il Milan ancora più grande. Perché un Berlusconi di nuovo presidente vorrà dire investimenti importanti sul mercato e un ruolo sempre più attivo, fino al passaggio di consegne nella carica di massimo dirigente della società, da parte della figlia Barbara (attualmente nel cda).
E per non farsi mancare niente, ieri Berlusconi ha aggiunto alla cronaca calcistica anche un po' di cronaca politico-gossipara: il 'presidente più vincente della storia del calcio' (come ama auto-definirsi, paragonando i suoi successi a quelli di Santiago Bernabeu) è atterrato all'aeroporto di Parma e si è diretto poi al Tardini in auto con l'ex ministro delle Infrastrutture, il parmigiano Pietro Lunardi. E con Berlusconi e Lunardi c'era anche la deputata del Pdl Mariarosaria Rossi, 40 anni, originaria di Piedimonte Matese in provincia di Caserta, una delle fedelissime dell'ex premier, in soprabito azzurro.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Manuel Vanacore - calciomercato.com

Ederson

In scadenza di contratto con l’Olympique Lione, Ederson, trequartista brasiliano nel mirino di diversi club italiani, in particolare Napoli ed Inter, interesserebbe anche al Milan. Secondo quanto rivela infatti ‘mercato365.fr’, i rossoneri avrebbero avanzato una proposta di 4 anni a 2,5 milioni di euro l’anno, contro l’offerta biancoceleste di 5 anni a 2 milioni netti l’anno. L’ex Nizza può già trattare con altri club e nei prossimi mesi dovrebbe scegliere il suo futuro. Attenzione però anche a Santos, Valencia e Roma che sono altresì interessate al giocatore.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Gazzetta dello Sport

Il gol del 2-0 è un esercizio di ottima tecnica individuale abbinata a notevoli capacità atletiche. Emanuelson parte dalla sua metà campo, iniziando l'azione dopo un tentativo stoppato di Giovinco. L'olandese ha benzina e accelera proprio quando si accorge che la retroguardia del Parma è posizionata male: salta un paio di avversari, sfrutta il "non-movimento" di Ibrahimovic, vola verso la porta, dribbla Mirante con sicurezza e, di destro (non il suo piede preferito), deposita in rete. Ma oltre a questa prodezza, e al tiro che Zaccardo para provocando il calcio di rigore, Emanuelson ha la forza di mettere dentro la partita la sua vivacità e la sua velocità. Ogni volta che il Milan scatta in contropiede si appoggia sulle gambette sottili dell'olandese. La cifre parlano chiaro: 45 palloni toccati, solo 4 passaggi sbagliati, 3 dribbling riusciti (e 2 falliti), 2 lanci, 1 sponda, 1 assist e ben 5 cross effettuati. E a chi dice che Emanuelson non è utile in fase di contenimento, ecco serviti i 3 palloni recuperati e i 2 contrasti vinti. A ben guardare, il frillino rossonero avrebbe potuto segnare una tripletta: nel primo tempo fallisce un'occasione clamorosa davanti a Mirante e anche nella ripresa ciabatta malamente a lato da ottima posizione. Ma forse sarebbe stata una prestazione esagerata...Parma, le invenzioni di Giovinco a poco sono servite. Sono 59 i palloni toccati dal fantasista, ma sono troppi i dribbling falliti: 5. La Formica Atomica ci ha provato, ha puntato l'avversario, ha calciato (4 volte), ma sempre fuori dallo specchio della porta. Il suo contributo si fa sentire, perché i compagni lo cercano e si appoggiano a lui per costruire azioni offensive, ma non è la serata giusta. La testimonianza sta anche in quelle 7 palle perse, che per uno come lui sono davvero troppe. Da Giovinco, insomma, è lecito attendersi ben altro. E, tornando ad Emanuelson, è normale adesso aspettarsi che l'olandese prosegua su questi livelli. Altro che oggetto misterioso, questo è un gran bel giocatore!Adesso sì che i criticoni staranno zitti. Visto Emanuelson? Visto quanto e come ha inciso nella vittoria del Milan a Parma? Visto quanto è importante il suo continuo movimento? E badate: non ci stiamo fermando soltanto all'osservazione delle azioni decisive, al rigore provocato da un suo tiro e al secondo gol (quello che chiude la partita). No, Emanuelson impressiona per come interpreta il ruolo di trequartista: non un suggeritore alla Rui Costa, per capirci, e nemmeno un incallito dribblomane. Emanuelson, in realtà, è un guastatore, uno che si butta negli spazi e va a caccia del pallone che gli viene smistato (quasi sempre da Ibrahimovic). L'intesa con lo svedese è ottima: uno rientra e temporeggia, l'altro si fionda nel cuore della difesa avversaria e aspetto il suggerimento. La chiave del successo rossonero è tutta qui.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Lucio Faiola - acmilan.com

Alle 11.00 tutti pronti a Milanello per la seduta d'allenamrnto post-Parma. Il gruppo di Massimiliano Allegri si è diviso in due, come di consueto. Coloro che hanno giocato ieri sera gran parte della sfida con i gialloblu è rimasto all'interno della palestra per la seduta defatigante, gli altri invece sono usciti sul campo centrale e hanno lavorato principalmente sulla tattica. In campo, con scarpe da calcio, si sono rivisti sia Seedorf (reduce dalla partita di campionato con la formazione Primavera), Nesta e Boateng. Per il trequartista, però, la seduta si è fermata da programma prima della particella. Insieme a questi giocatori anche Maxi Lopez, Gattuso e Aquilani, oltre a coloro che non sono stati impiegati ieri al Tardini. L'allenamento è iniziato con 15' torello, proseguiti con alcuni minuti di stretching. Concluso il riscaldamento, si è passati al possesso palla svolto in uno spazio delimitato, per 20' circa. La parte più interessante e più importante è stata, poi, quella successiva: la tattica. Mister Allegri ha fatto disputare fasi offensive, disponendo attacco contro difesa, con 7 giocatori ad attaccare e con 5 a difendere. Prima della conclusione, invece, la partitella finale, con un 7 contro 7, giocata su campo ridotto. Come già accennato, a questa partitella non ha preso parte Kevin Prince Boateng che, da programma, è rientrato in palestra. In vista della semifinale di ritorno di Tim Cup, il prossimo allenamento è fissato per domani alle 15, dopo la conferernza stampa di Masimiliano Allegri.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Lucio Faiola - globoesporte.com

Non troppo luminosa, ma con autorità, il Milan, Sabato, batte il Parma 2-0, nell'apertura della 28° giornata del Campionato Italiano. I gol del trionfo sono stati segnati dal capocannoniere Ibrahimovic e dal "Clone" di Robinho, l'Olandese Emanuelson. Con questo risultato, i rossoneri continuano ad essere primi da soli nella Serie A, con 60 punti con 4 punti di vantaggio sulla Juventus che ha battuto la Fiorentina 5-0 fuori casa. Da un'altro lato, la squadra ha avuto una bella novità in panchina: Gattuso. Il centrocampista ha recuperato da un grave problema all'occhio destro, e dopo sei mesi, è tornato a disposizione del Tecnico Massimiliano Allegri.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Sportmediaset

Al 46' della ripresa di Parma-Milan è finito l'incubo di Gattuso, che ha ritrovato il campo dopo sei mesi di paure. "Il calvario è finito". A Ringhio in un primo momento era stata diagnosticata la paralisi del sesto nervo cranico, che gli impediva di controllare l'occhio sinistro. Al rientro dal ritiro negli Emirati Arabi un'altra tegola: miastenia oculare. "Con tutto questo cortisone mi sono gonfiato che sembro un pugile", ha detto a Radio Deejay.
A ottobre Gattuso si presenta in conferenza stampa: difficile guardare in faccia i problemi e soprattutto avere la voglia di raccontarli agli altri. Con la grinta che lo ha sempre contraddistinto in campo, Ringhio trova la forza di parlare della sua 'malattia': "Posso allenarmi ma non posso giocare perché vedo doppio - aveva detto - C'è stato un momento in cui non pensavo al calcio. Pensavo al peggio". Paralisi del sesto nervo cranico, la diagnosi del dottor Tavana.
Gattuso rientra a Dubai nell'amichevole di inizio anno contro il Psg dell'amico Ancelotti. Ma il calvario, come lo ha definito il rossonero, è tutt'altro che concluso. Gli viene diagnosticata una miastenia all'occhio destro, evidenziata in seguito a una febbriciattola che lo ha attaccato in un momento di abbassamento delle difese immunitarie. "Per quattro mesi abbiamo curato una cosa che si è rivelata sbagliata", la triste ammissione.

Ma Gattuso non si arrende. Riprende a poco a poco a rientrare in gruppo. Serve solo l'ok della Procura antidoping, che arriva in settimana e gli dà il via libera. Per uscire definitivamente dal tunnel.

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

Alberto Re - Corriere dello Sport

"Quando viene Berlusconi è sempre un buon segno. I ragazzi sono contenti. Quando c'è lui vogliono fare meglio di quello che facciamo di solito". Massimiliano Allegri commenta così, ai microfoni di Sky, il ritorno in trasferta dell'ex premier, oggi presente in tribuna a Parma.
Allegri spiega: "I ragazzi stanno facendo molto bene, speriamo di continuare così - ha dichiarato a Sky - Non eravamo distratti dal Barcellona, abbiamo creato molto, sbagliando forse qualche passaggio. Emanuelson? È un giocatore importante, polivalente, vedremo se potrà giocare con Boateng o meno. Intanto aspettiamo 'Boa', abbiamo bisogno di forze fresche. La Juventus in Coppa Italia? Sarà difficile, speriamo di potercela fare a passare il turno". Nel finale replica a Conte: "Forse qualcuno non capisce l'italiano. Ho solo detto che gli arbitri vanno lasciati stare, devono lavorare con la massima serenità possibile. La prossima volta sarò più chiaro".

commenta la news sul FORUM o sulla pagina FACEBOOK

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=