BENVENUTI AL SUD….
Mi aspettate al varco vero ? pensate che io ci caschi in questa trappola ?
Me ne ero andato nel mare romantico delle parole, della poesia cantata la settimana scorsa. Per stare meglio, per commemorare anime volate via o più probabilmente per commemorare la mia di anima, piena di pregnanti nostalgie.
Le dolci immagini dal cielo di Tenco, De Andrè, Battisti, Bertoli, Graziani ed ovviamente Dalla ..mi avevano portato via ..via dai tormenti mediocri della nostra palla . Il cielo mi aveva aiutato a non occuparmi nell’ordine del gol non gol del Milan, dei torti, di Conte che delira senza sorpresa, di Allegri che delira  e mi sorprende.
Il cielo avevo usato  per scappare ed onestamente mi sentivo bene.

No..no .. non ci casco. Appena metto il naso fuori, il finimondo. Rigori non dati, fuorigioco fischiati male, gol buoni che diventano acidi e da buttare. Dirigenti che dovrebbero vergognarsi pensando a poche ore fa , scappati insultando tutti . Allenatori animati da furore degni dell’uomo primitivo. E poi gentaglia che sta in silenzio stampa per un fuorigioco di 7 centimetri o più semplicemente per non spiegare a noi che ne avremmo diritto come mai  un attacco crea 10 palle gol a partita e non segna mai. E poi giocatori da Olimpo davvero, calcisticamente immensi,  che impoveriscono insultando donne di passaggio come parlassero alla prova del cuoco (“Cazzo guardi, vai a cucinare …”) e come nemmeno si fa più nel baretto sotto casa.

No.. no.. non ci casco a guardare negli occhi la mandria di giornalisti (più che altro giornalai) e giocatori di Bologna City poche ore dopo la peggior dimostrazione di stupidità di questa metropoli decaduta che finge di piangere Lucio Dalla senza nemmeno conoscerlo per pregi (tanti) ed  difetti (tanti)ed insulta un suo “soldato” ma soprattutto un grande uomo (Pessotto) con uno striscione a deridere il suo “tuffo” nel vuoto  di anni fa.
No. Non ci casco e dopo il rifugio nel cielo della settimana scorsa, mi impossesso stavolta del mare, basta scappare in fondo.

Mar Mediterraneo: mare che bagna l’Europa del Sud ed i paesi del Nord Africa. Qui si sono sviluppate le più importanti culture di sempre, in primis la civiltà greca e romana.
Capodanno 2011, spira già aria triste nel mondo , recessioni vere e finte tagliano le nostre notti. Dalla Tunisia parte un movimento di ribellione forte, spregiudicato. Un tiranno (Ben Ali) ha impoverito un paese, i giovani si ribellano ed un pomeriggio d’inverno parte una sommossa che ribalta il regime. Sembra una puttanata, il colpo di teatro di qualche migliaio di disperati. E’ invece un terremoto che si propaga.
Uno dopo l’altro saltano le dittature di Egitto, Siria,Libia ed altri ancora. Parte il più grande  e deflagrante  movimento di ribellione del secolo. I mezzi sono una miscela di antichità (anima e voglia di vivere) e modernità(i canali  internet come tam tam per coinvolgere giovani e parlarsi ad ogni ora, facendo progetti comuni e  forti) . Bellissimo.
Il Mediterraneo bolle, molto si deve ancora compiere ma , come disse un nostro antenato sbarcando sulla  Luna “piccolo passo per un uomo, grande passo per l’umanità”.

E siccome  non ho dato il mio bacio in fronte alle donne l’ 8 marzo, le voglio tutte sfiorare con un riconoscimento: la parte più agguerrita di tale sommossa sono le donne. Prova ne è che soprattutto in Tunisia e Siria orde inqualificabili di maschi si sono pentiiti di avere appoggiato il tutto perché con tanto potere alle donne in pieno risveglio sociale ,  si sono sentiti delegitttimati nelle loro case. Eleggo le femmine di quella parte del mondo a simbolo. (Nessuno ha raccontato questo straordinario fenomeno nei suoi risvolti nobili tranne il mensile E Emergency di Gino Strada: Grazie !!!)

E’ il Sud che si ribella, viva il Sud.  E forse conterà meno ma una sorta di giustizia divina colpisce anche il “nostro amato pallone”.
Accade una cosa mai accaduta. Faccio un pericoloso salto in avanti di qualche ora , ma ci sono buone possibiltà che per la prima volta al traguardo dei quarti in Champions arrivino 7 squadre su 8 del Sud Europa. A parte la vincente di Basilea-Bayern Monaco , potremmo  trovare nell’urna 3 italiane, 3 iberiche ed addirittura una cipriota. Spazzato via il centroNord Europa. Via la Francia, Via l’Olanda, via tutti paesi dell’est , un misero resto tedesco e soprattutto azzerato il nobile calcio inglese.
Avanti tutti i “pigs”.. i paesi maiali …Italia, Spagna, Portogallo ed un’isola di disperati (Cipro).
Ed allora se per la Spagna è quasi d’obbligo da un lustro, il resto è oro trovato a sorpresa nel fiume .. un dollaro d’argento su un fondo melmoso. Ed allora, pur stimando la bella rivoluzione pallonara tedesca ed il tanto fascino di molti club inglesi….lasciate che per qualche ora vinca l’idea che il Sud di questo pezzo di mondo.. pieno di miseria, di spread, di “Monti maledetti”, dia un bel calcio nel culo ad inglesi, francesi e tedeschi .. Oltretutto un calcio nel culo ai tedeschi…non è neanche operazione complicata (do you know… culona ?)
Benvenuti al Sud.

E poi ancora, ma quanto poco si stanno divertendo i fratelli del Nord a casa loro?? A parte il derby di Manchester , foto comunque di un campionato umile come mai, ci sono le miserie di un campionato francese dove si gioca malissimo e nemmeno il fido Ancelotti riesce a dare qualche gemito ad un popolo calcisticamente poverissimo.   E poi la Germania dove basta un modestissimo Borussia Dortmund per portare a casa la cassa con 2 mesi di anticipo. Gli altri campionati lassù non si guardano.
Qui al Sud almeno ci godiamo divine creature come Messi e C.Ronaldo che anche a Liga quasi finita a favore di Mourinho, fanno godere come la propria fidanzata la prima sera. L’arrivo in volata del campionato portoghese (Porto e Benfica), talentuosissimo , da unire al Made in Italy. Qui il Milan lo ha già rivinto e si sapeva. Ma cè ancora anima inaspettata nella  Juve di Pirlo e Vidal  (anche se immiserita dai mezzi giocatori d’attacco e da polemiche assurde).  
Ancora tanto Sud nella ripresa del Napoli, nei tentativi a fasi alterne della Lazio e della Roma; e nel furore del Catania. Qui al Sud dell’Europa si respira ancora a tratti, anche se i soloni del Nord provano a staccarci l’ossigeno.
Benvenuti al Sud.

Quaggiù al Sud stiamo addirittura  pensando come salvare il calcio. Ma la facciamo finita con ste regole Blatteriane (uomo del Nord, ovvio) dell’espulsione per fallo da  ultimo uomo . Rovinato il derby di Roma, e poi Lazio-Bologna e poi mille partite. Basta ! Ma ci vorrà molto a mettere un’ espulsione a tempo … ed  una variante  che vi farà sobbalzare : via il calcio di rigore. Tranne pochi casi… ma che vorrà mai dire un rigore perché uno sfiora con la mano, una palla vagante che tocca sei gambe prima di arrivarti? Basta !!!
Punizioni severe e  calcio cattivo per falli veniali. Tutto come nella vita di ogni giorno.
Gli amici di lassù trattano così anche la Grecia, nostra amata vicina di casa. Era un paese sereno. Povero ma sereno. Pesca, turismo di ogni tipo, bovini, ovini e tanto di tutto. Poi l’ illudono , gli fanno spendere soldi che non ha. Poi arriva una banca (Goldman Sachs) , fra i suoi autisti anche un certo Mario Monti, truccano i bilanci e la  rovinano.
Ora un’Europa del Nord di uomini da strapazzo la vogliono morta per sempre. Il paese con più storia di tutti si sta arrendendo per salvare i quattrini di animali senza storia pulita (tedeschi , francesi ed americani)

Un paese meraviglioso sta per morire e noi siamo pure indispettiti quando scendono in piazza studenti e pastori ,insieme , per dire “mica ci piace morire così, per fare star bene i grassi banchieri di lassù”
Crediamo di essere forti sopprimendo i deboli. La vita come  un indice di borsa….. e via  le pietre del Partenone, niente  un tramonto sulla Caldera di Santorini o un alba a Mykonos, nel silenzio rumoroso dei pescatori che hanno fatto un lavoro serio(loro si !) tutta la notte.. Noi crediamo che sia bella  quella sporcizia li quando copiamo l’anima e lo  spirito dei nostri presunti fratelli del Nord .Quando per il nostro tornaconto esultiamo per questa mattanza sanguinosa.

Mi scorrono spontanee , nella memoria, le parole più giuste del bellissimo film a cui fa riferimento  il titolo di questo mio scritto (Benvenuti al Sud)  .  “Quando arrivi al sud..piangi 2 volte. Una quando arrivi l’altra quando parti”. Manca una parte : “quando arrivi al Nord ridi 2 volte. Una quando arrivi per quello che pensi di trovare, l’altra quando te ne vai, perché non vedi l’ora”
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=