Calcio italiano: AAA cercasi competitività
di Massimo Bambara
Il calcio italiano esce fortemente ridimensionato dalla scena europea. A fronte di 4 squadre ancora in corsa fra Champions ed Europa League una settimana fa, solo il Milan rimane in gioco, con Inter, Napoli ed Udinese rispedite a casa da avversari di valore, ma forse non particolarmente trascendentali.

Ad oggi, disegnare uno scenario dorato attorno al nostro calcio è decisamente fuori luogo ed utopistico. E' possibile però capire i motivi della decadenza del nostro calcio rispetto alle competizioni top europee.

Innanzitutto il primo punto da esaminare è la scarsa competitività del sistema calcio in Italia. La mancanza di stadi di proprietà e di una legge volta a favorirne la diffusione, la scarsa tutela del merchandising, la mutualità incombente sui diritti televisivi, l'alto livello di tassazione a cui sono sottoposti i club. Queste sono tutte cause e concause che hanno portato ad un ridimensionamento economico del calcio italiano.

Ma fermarsi all'aspetto finanziario, seppur preponderante, sarebbe un grosso errore di analisi.

Il calcio italiano infatti si trova indietro rispetto alle Big europee sul piano della competitività tecnica e del sistema di gioco.

In Italia si fa un calcio tendenzialmente fisico, con un discretissimo spazio al gesto tecnico ed alla giocata di qualità, non accompagnate però da un adeguato ritmo di gioco e da un importante livello di intensità agonistica, col corollario logico conseguenziale di avere un calcio di buon livello, ma che soffre le partite ad un ritmo alto, più per disabitudine che per impossibilità assoluta di adegurasi allo stesso.

L'Inter di Mourinho in questo senso è stata un'eccezione tecnica a questo status quo, ma è stata un fuoco di paglia durata il breve volgere di pochi mesi.

Ad oggi il nostro calcio viaggia mediamente ad un ritmo e ad un'intensità agonistica che sono di una spanna inferiori ai top club spagnoli.

Ed è questo il problema principale, tecnicamente parlando.

Esiste poi un gap culturale e di idea sportiva del calcio che ci distanzia anni luce dagli altri paesi, ma su quest'ultimo punto la disamina sarebbe davvero troppo lunga e probabilmente anche fine a se stessa.

Il sistema Italia sostanzialmente, deve essere ripensato dal punto di vista degli equilibri finanziari, e, di concerto, è opportuna una presa d'atto degli addetti ai lavori del nostro gap, tecnico, dalle altre squadre. Sono due punti che camminano insieme e che vanno risolti, entrambi, nella stessa direzione.

Il rischio, nel lungo periodo, qualora ciò non avvenga, è un ulteriore perdita di competitività del calcio italiano
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=