LA DIFFERENZA FRA ME E TE …..
“Non l’ho capita fino in fondo veramente bene … me e te … uno dei 2 sa farsi male, l’altro meno…….”
A chi non è baciato dalla fortuna e dall’incanto, queste sono le prime note dell’ultimo lavoro di Tiziano Ferro, due delle mille righe che fanno parte del miglior album di musica italiana da un decennio. Ma questo poco turba immagino e magari neanche lo condividete. Però mentre scorrevano nel buio per la millesima volta queste deliziose immagini musicali, preso da un ego incontrollabile mi sono detto: “ma qual è la differenza fra me e te ?” E mi è partita la mano .Vi chiedo pertanto  scusa del teatrino, con personaggi veri ma nomi di fantasia(ho già troppe pendenze con la legge), con pensieri feroci ma non troppo. Benvenuti nella mente di un pazzo.

Daniele ha passato la  vita a sognare in bianco-nero. Passione, sofferenza,un gol fatto come un figlio, un gol preso come un morto in casa. Anche Gianni era cosi, anzi Gianni è ancora così. Piange , insulta arbitri, vede persucuzioni inesistenti, vede giorcar bene anche quando non si guarda dallo schifo. Daniele no. Gode ancora in bianco-nero, ma piano piano guarda la Juve come fosse di plastica, gli vuole bene come forse si vuole bene alla moglie il giorno delle nozze d’oro.
Ma per un fenomeno strano non vuole più vincere quando gioca male, non vuole fare gol in fuori gioco. Quando sente Arrigo Sacchi che impallidisce nel sentire i tecnici dire”importante è solo vincere, non come” , si siede al suo fianco. Gianni pensa che Conte abbia ragione a protestare per i rigori non dati alla Juve, Daniele pensa deluso che sia Conte che Allegri quando escono dalla panca e si siedono davanti alla plebe per ciarlar di calcio non sono poi mica un gran chè.
Daniele a Gianni…”la differenza fra me e te …”.

Daniele nella vita ha pestato sul marcio spesso, anche con cose importanti. E’ convinto che Robin Hood sia meglio di Mario Monti e magari nel percorso non ha nemmeno distinto chi fossero i ricchi a cui togliere per dare ai poveri. Approssimativo, impreciso, superficialmente nemmeno coerentissimo.
Irene come quello spaesato  di Bersani è convinta che i nostri figli debbano copiare  la Fornero , va a letto la sera non per leggere, non per fare l’amore ma per registrare gli scontrini della spesa e vedere se corrispondono al progetto della sera prima. Programmatissima, ride e piange a bacchetta, sembra invincibile. Daniele sbaglia più di una traietttoria di vita, va in buca, esce, ci torna e ci riesce… fino alla fine dei suoi giorni.Assurdamente felice.
Irene inanella successi senza un solo errore di progetto. Anzi no, un giorno di inverno il lavoro gli gira le spalle, non aveva previsto che le persone hanno anche un’anima bella e se le tratti come dei pezzi di … ferro si ribellano. Va in buca e non ne esce più. Assurdamente infelice per sempre.
Daniele ad Irene “la differenza fra me e te .. “

Daniele vota da 36 anni . Elenco delle croci (proprio croci) messe : Mov. Sociale Italia, Democrazia Cristiana, Partito Liberale, Partito Repubblicano, Partito SocialDemocratico, Partito Radicale, Pri/Pli, Forza Italia (ebbene si !!), Dem.Sinistra, Rifondazione Comunista, Ulivo, Partito Democratico, Lista Di Pietro.
Andrea vota da 37 anni, anzi no: ha votato 20 anni per il Partito Comunista e non vota da 17 anni.
Daniele è politicamente un fallito, odia il sistema, ama a tal punto il suo paese da sprecare 17 anni a vomitare veleno su Silvio pensando che sia la sola causa di tutto.
Ora se incontra la Fornero per strada gli toglie quel sorrriso insulso. Daniele è a pezzi, sull’orlo di un baratro in cui sogna una lunga tavolata con Brunetta capotavola e lui al suo fianco.
Andrea , sempre sereno, sogna invece  una tavolata con i suoi amici d’infanzia a parlar di calcio ed estati al bar.
Andrea a Daniele “La differenza fra me e te …”

Daniele è riuscito nell’ordine ha macchiarsi di questa serie di reati: tifare senza ritegno per il Milan di Sacchi, innamorarsi dell’Inter di Mourinho (o meglio di Mourinho ma fa nulla) al punto da commuoversi dopo la Champions a Madrid, adorare lo svedese Ingemar Stenmark e detestare Gustavo Thoeni, godere per le sconfitte della Ferrari, tifare Francia nella finale dell’Europeo 2000 per smontare l’odioso ct. italiano Dino Zoff, essere felice per il rigore contro la traversa nei mondiali di Francia 1998 di Di Biagio che ci costò l’eliminazione e ci mandò a casa con quel mezzo ct. di Maldini…..
Paolo tifa Juve e non ha mai tradito , nemmeno in allenamento. Tifa Italia e non ha mai tradito. Tifa Ferrari… Valentino Rossi… Federica Pellegrini. Paolo non si fa sorprendere. Anzi no…aspetta aspetta… quando partimmo in camper per Dortmund a conquistare il mondiale 2006 e schiaffeggiare la Germania, lui non aveva tempo di venire. Non ricordo se per lavoro o se la fidanzata non voleva. Ahi ahi ahi Paolo.     
Daniele a Paolo “la differenza fra me e te”….

Daniele per pulire  la vita o per nasconderla è finito quasi recluso in una  casa dove convivono malati, uomini donne, bianchi e neri, mussulmani e cattolici. Ogni giorno mette alla prova un tema caposaldo ed  incrollabile: siamo tutti uguali, oserei tutti figli dello stesso Dio.
Federico vive una vita tranquilla, perso nell’arraffare senza scrupoli soldi e donne di non buonissimo affare. E’ convinto che i neri siano “negri”, chei i cinesi siano un popolo di merda, che gli extracomitari vadano rispediti in malo modo al mittente e ,per non farsi mancar nulla, che addirittura la Padania esista.
Federico non ha mai cambiato idea, Daniele più volte ed ultimamente si sveglia la mattina sudato. Da 300 notti fa lo stesso sogno: uccide tutti quelli che invadono il suo territorio e portano via lavoro, danaro, benefici, pensioni a lui e soprattutto a sua figlia.
Mario Monti penserete dalla descrizione… No,no .. il nero, il cinese, il pakistano, il rumeno… Tutti li uccide e non piange.
Federico guarda il povero Daniele “la differenza fra me e te “ …. Si sta colmando !!

Daniele è un incallito lettore di quotidiani, da sempre. E’ cresciuto con Tuttosport, poi con Stadio/Corriere ed ora si alimenta con la Gazzetta dello Sport. Daniele è diventato adulto solo grazie alla penna sapiente di Indro Montanelli e si vanta di essere stato suo lettore fin dal primo numero del “Giornale Nuovo”. Lo ha seguito alla “Voce”, poi , sempre soffrendo ed alla rinfusa ha alternato senza grandi motivi “Secolo d’Italia”, Il  Resto del Carlino, Il sole 24 ore, Milano Finanza per planare a Repubblica e starci lunghi anni. Una mattina nel leggere affamato come sempre un articolo di Eugenio Scalfari scopre che basta un cambio di timone (Mario per Silvio) per giudicare le stesse cose in modo diverso.Piange, brucia la Repubblica e passa armi e bagagli al Fatto Quotidiano. Daniele ora legge solo cose che gli piacciono, altrimenti butta la carta stampata. Tormentato , cerca solo gente incazzata come lui, che prometta guerra e bombe.
Marco da 35 anni legge sempre e solo il Corriere della Sera. Niente lo può disturbare. Allineato pensa che il mondo si salvi abbassando lo spread e con qualche blitz della finanza a Cortina. Marco vorrebbe andare in vacanza con Mario Monti e farsi racccontare la sua vita, stimandolo. Daniele andrebbe ormai  in vacanza con Adriano Sofri ed Osama Bin Laden… stimandoli.
Marco può sussurrare  a Daniele “La differenza fra me e te …”

Mamma che paura . Daniele guarda Gianni,Andrea, Irene, Paolo  , Federico e Marco….. e si perde nei dettagli e nei discorsi , ma voi  no. E teme il vostro   passato ed il mio passato ma voi  no ….
Poi mi chiedono come sto ed il loro sorriso spegne i tormenti , poi mi chiedono: “ Che fanno Milan – Juve ?”
Oddio, rieccomi sulla terra, senza differenza  fra me e loro:
per Gianni e Marco vince la Juve;  per Irene e Paolo pareggio con gol, per Federico vittoria del Milan mentre ad Andrea , che non ha nemmeno visto il festival di Sanremo, non gliene frega una beata minchia  (linguaggio sanremese)
Allora dove sta la differenza ? Eccola . Daniele ha visto tutto il festival come fa da anni, studia le canzoni , si diverte fino alle 2 di notte e non azzecca il vincitore da quando e per puro culo (riecco) si infatuò della sconosciuta Pausini . Dai butta il tuo pronostico:
Milan 3 Juventus 1.
La differenza fra me e te … tu come stai ? Bene. Io come sto ?  BOH
Ma soprattutto “ UNO SORRIDE DI COM’E’ , L’ALTRO PIANGE COSA NON E’ .. E PENSO SIA UN ERRORE “ !!!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=