Nightmare
Un incubo. Non poteva accadere di nuovo.
Non è accaduta un’altra disfatta come La Coruna o Istanbul ma questa prestazione deve far riflettere.
Ci trovavamo di fronte un Arsenal già asfaltato all’andata ma,  personalmente, vivendo a Londra, sapevo che la partita dell’Emirates sarebbe stata tutt’altro che semplice.

I giocatori ed i tifosi gunners ci credevano eccome e c’era da aspettarselo che sarebbero partiti fortissimo cercando almeno un gol nei primi minuti.
Così è stato, pronti via e gol di Koscielny che salta indisturbato nell’immobile difesa  rossonera.
Grave errore sul secondo gol anche di Thiago Silva che fa grandissime prestazioni ma qualche volta commette fatali disattenzioni, quella palla non era scomoda e doveva e poteva respingerla meglio, non certo così, sui piedi di Rosicky che trafigge Abbiati.
Il terzo gol mi ha fatto veramente male perché il rigore se lo è procurato quell’Alex Oxlade-Chamberlain, ex Saints, che proprio io in questa rubrica vi ho segnalato due anni fa.
Primo tempo 3-0. Peggio di così il nulla.

I fantasmi di La Coruna riappaiono, ho ancora negli occhi quella sera, e certo ricordarsela non è stato piacevole.
Se passiamo il turno dobbiamo ringraziare Abbiati autore di parate strepitose ma non possiamo certo essere contenti della prestazione.

Come a fine gara ha dichiarato Mexes:”stasera non c’è da festeggiare”.
Passiamo il turno e ci ritroviamo tra le otto migliori d’Europa ma la mia paura è che questa sconfitta possa minare le nostre sicurezze e certezze.

Di positivo c’è che nel secondo tempo abbiamo retto l’urto e giocato senza paura ma in partite decisive come questa bisogna mettere dentro anche solo le mezze occasioni, se poi invece di mezze, le occasioni, ti capitano enormi, beh c’è veramente da arrabbiarsi.
La catena di sinistra ha funzionato malissimo con Mesbah ed Emanuelson asfaltati letteralmente da Chamberlain e là davanti quando Robinho decide di travestirsi da Pato sono dolori.

Dobbiamo sforzarci di prendere il buono di questa partita:  la qualificazione, e il fatto che, sotto di 3-0, nel primo tempo, sono poche le squadre che nella ripresa non sarebbero naufragate e molte sarebbero tornate a casa con cinque o sei gol incassati.
Bisogna anche considerare che i molti infortuni non ci hanno agevolato e soprattutto la forza fisica di Kevin Prince Boateng ci è mancata tantissimo.
A centrocampo ha giocato mezzala Emanuelson chiaramente non al meglio dopo l’infortunio patito a Palermo e in panca non avevamo ricambi in quel settore del campo.
Ripeto teniamoci stretto questo passaggio del turno ma speriamo Allegri riesca a lavorare sulla psiche dei giocatori, queste sconfitte minano le sicurezze e dovremo essere bravi a voltare pagina.

Fossi in Allegri domani a Milanello sulla lavagna scriverei:” Milan-Arsenal 4-3”.
Ed è esattamente quello che dirò ai miei colleghi tifosi dei gunners….

Speak soon!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=