Quasimodo nostrani
Per chi non lo sapesse, Quasimodo era il campanaro della cattedrale parigina più conosciuta...altresì detto il gobbo di Notre Dame...protagonista del famoso romanzo di Victor Hugo.

In questo caso nessuna cattedrale, ma gobbi tanti!

Stadi come luogo di culto dell’italica fede pallonara...capace di smuovere popoli e suscitar passioni...fischietti al posto di campane...e infiniti Quasimodo gobbi e fischiettari che pretendono di suonare...dirigere...imponendo melodie e assoli...con acuti più fessi del suon di campana...che tanto le stonature son per loro vanto di lamento che trova...ahinoi...ascolto dagli indottrinati di turno.
Impunemente dritti, le gobbe nascoste e celate nel profondo...un tutt’uno con l’anima pavida strisciata di bianconero...si sentono vittime di ingiustizie antiche e pretendono risarcimenti postumi, gravemente colpiti dalla sindrome del piagnone imparruccato.

Purtroppo il loro fare...il loro agire falsamente sottotraccia ...dando voce al malcontento di famiglia col sorrisetto presuntuosamente spocchioso e lacrime da far invidia al coccodrillo...spiate vigliacche davanti a telecamere compiacenti...subdolamente paga...lanciano il sasso e poi nascondono la mano...indirizzano decisioni in alto loco...promettono il silenzio stampa (e già tu ti rallegri per l’insperata fortuna) e questo dura ridicolmente solo il tempo di una sera...per ricominciare...più pedanti di prima...a sciorinare la solita stucchevole tiritera vittimistica.  

Nella credenza popolare il gobbo è sinonimo di fortuna...evidentemente c’è sempre l’eccezione che conferma la regola...perché per il diavolo gobbo è sinonimo di  sventura...ed ingiustizia conclamata.
Altrimenti non si spiega come mai una palla in rete di quasi un metro è considerata un non gol (e sul 2 a 0 anche le schienali protuberanze avrebbero cominciato a perdere baldanza) e di contro viene convalidato un gol viziato da due dicasi due falli nella stessa azione (guarda caso anche i replay sono nebulosi)...peraltro poi entrambi decisioni decisive al fine dei risultati finali.

Non oso nemmeno immaginare i due episodi a parti invertite...anzi sì...me l‘immagino benissimo il succedere...scandalosamente Conte e compagnia piangente...col carrozzone politicmediatico a far da cassa di risonanza...un “dagli al diavolo” in tutte le possibili maniere...ma può essere allora che questo “povero diavolo”, con tutti i suoi acciacchi, faccia davvero paura?

Il Quasimodo bianconero, lo ritroviamo campanaro esageratamente festante per la tenzone minore...ma si sa... dopo anni di grigio anonimato...tutto fa spettacolo...ci dicono in uno stadio gremito in ogni ordine di posto...bella forza...capienza 30.000...chiaro che in un San Siro 30.000 persone sono come una nota in una canzone...ma da noi si suonano e cantano canzoni degne di un grande teatro...con innumerevoli note sul pentagramma...non per niente San Siro è considerato da sempre la Scala del Calcio...quello con la C maiuscola...quello con le notti di Champions...con i saluti ai nostri campioni...con i festeggiamenti per le nostre vittorie...sempre all’altezza...che vantano innumerevoli tentativi di imitazione (poco riusciti), perché come noi....nessuno mai!

Manchester 2003 è come un bozzo aggiunto sulle loro gobbe...che ancora prude e sempre pruderà...che procura e sempre procurerà fastidio e prurito...con costanti recidive che tolgono e toglieranno serenità, dando adito ad invidie per distanze che non potranno essere colmate, perché la storia non si può cambiare.

Siamo quasi in dirittura d’arrivo e già l’ultimo tratto si intravede, anche se il traguardo sembra ancora lontano...e per un Quasimodo che insegue, c’è un Lucifero che punta dritto alla meta...senza guardarsi troppo intorno...che tanto l’intorno è poco amico...contando unicamente sulle proprie forze...sui propri adepti...senza cercare né favoritismi né favori...sperando solo in un destino più benevolo...che il capitato è già abbastanza....e che non spuntino troppi fisioterapisti adoperati per raddrizzare gobbe.

E’ il tempo di restare uniti...adepti del diavolo...uniti compatti presenti...a sostenere questa nostra meravigliosa squadra...questi nostri gloriosi colori...a vivere queste nuove intense emozioni che potrebbero voler dire vittoria...anche perché, visto che il Quasimodo della storia ha fatto una brutta fine...facciamo in modo che la storia si ripeta.

Tutti insieme appassionatamente...contro gobbi ed affini...un solo grido

FORZA MILAN!!!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=