Febbraio...è tempo di volare
Febbraio è un mese strano...particolare...quasi di passaggio.

Anomalo per numero di giorni...e quest’anno ancora di più...con quel giorno ad aggiungersi che nell’antico credo popolare è presagio di sventure...anno bisesto anno funesto.

Vi si respira  però, una particolare atmosfera di cambiamento...con quella coda d’inverno che ci trovi...un infinito desiderio di tepore, di pomeriggi caldi e casalinghi...pronto a lasciare posto a quella sensazione d’anticipo di primavera che ci prende ai primi lucidi tiepidi raggi di sole, alla voglia di respiri in quella frizzante aria nuova...che mette allegria....di abbandonare cappotti e piumini e sciarpe...un che di nuovo che ogni anno ci sorprende  e ci risveglia dal letargo delle abitudini...come uno spalancar di finestre per far entrare la vita.

Questo risulta anche un mese cruciale per la stagione agonistica...ricominciano gli impegni europei e si entra nel vivo del campionato ed i risultati di febbraio di norma incidono non poco...se negativi deprimono e rischiano di compromettere tutto; se positivi, ti danno lo slancio e la forza per andare avanti al meglio e trasformare le vittorie di oggi nel trionfo di domani.

La Milano calcistica è un calzante esempio di questo mese bifronte...

Su una sponda del Naviglio l’acqua è stagnante e melmosa e l’inverno regna sovrano...con un meno quattordici (al momento) da brividi...gli abitanti tristi e intabarrati, camminano a testa bassa e rasenti ai muri...che davvero quest’anno è bisesto e funesto....sconsolati e silenti. L’aria così inquinata che spezza il fiato e ottenebra la mente. Nebbia umida e densa nasconde un futuro incerto e, sembra, senza sbocchi...in fondo alla strada nessuna luce per ora...maschere da tragedia in questo triste carnevale neroazzurro.

Basta attraversare il ponte e la visione cambia....l’erba è verde e rigogliosa...l’acqua limpida a riflettere i primi raggi di un piacevole tiepido sole, che potrebbe diventar caldo e luminoso a maggio, con gli abitanti ridenti e festosi nei loro abiti già primaverili...anche se qualcuno, diffidente e freddoloso per natura, si tiene la sciarpa al collo. L’aria così pura che alleggerisce il respiro e rinfranca il pensiero...ma sanno che è ancora prematuro preparare feste sull’aia e corse nei prati...per questo, anche se a testa alta ed in mezzo alla via, restano allegri e silenti...che il tempo di parlare e cantare e sventolar vessilli ancora non è giunto...che se arriverà sarà un’esplosione di gioia...di luce...di canti...di colore...quel colore che la storia conosce vincente...corsi e ricorsi di un destino speriamo, ancora una volta, amico...maschere da commedia in questo allegro carnevale rossonero.

L’impegno del Milan in questo febbraio non è gravoso...di più...e dopo un inizio freddo e buio a Roma, si è passati all’inverno del primo tempo di Udine...che ha lasciato posto ad una splendida insperata primavera del secondo tempo...e con l’Arsenal sembrava già estate.

Ogni milanista desidera che questa estate senza tempo continui nei mesi e negli impegni a venire...che si arrivi al suo solstizio accaldati e felici...ma soprattutto ancora vincenti....e questo mese così strano sarà la chiave di volta per un bisesto funesto solo per gli altri.

Febbraio...è tempo di volare...
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=