20.03.12 Juventus-Milan c.i.

il POST Juventus-Milan di Marco Brucculeri

juventus-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

In rare occasioni le partite finiscono cosi’ tardi, solitamente alle 22,30 si conosce già il risultato di una gara ed i giochi sono fatti. In questo primo giorno di primavera invece no e questa è già una lieta notizia per i tifosi rossoneri.
Si, perché diciamocelo, la Coppa Italia non ha mai particolarmente stuzzicato i nostri palati abituati a ben altre platee, ma visto che questa sera gli avversari erano i bianconeri di Torino, valeva la pena provare a fare un dispetto
Usciamo da questa coppa Italia con la testa talmente alta da arrivare molto più in alto di quella di chi il turno lo ha passato.
La Juventus, per l’ennesima volta nei quattro scontri diretti stagionali, era schierata con la formazione migliore, mentre noi, come purtroppo ogni volta in questa stagione, abbiamo dovuto affrontarli con una formazione super rimaneggiata e da preservare per gli importanti impegni di campionato e Coppa, quella vera.

La nostra è stata comunque una grande prestazione, dove abbiamo dimostrato ancora la nostra assoluta superiorità nei confronti della diretta avversaria, nonostante giocassimo con le riserve e per giunta acciaccate o rientranti da infortuni.

Poco importa ora se per tutta la gara l’arbitro ha avuto un metro di paragone differente, ammonendo i nostri ad ogni fallo e mostrando il cartellino giallo agli juventini solo quando avrebbero meritato il rosso.
Poco importa se ai nostri giocatori ed a Mexes in particolare, siano piovuti addosso oggetti dalle gradinate del civilissimo Juventus Stadium.
Quello che ci resta negli occhi stasera e ci inorgoglisce a dismisura solo per il fatto di essere milanisti, è il cuore messo nella gara e la dimostrazione di supremazia rimarcata per l’ennesima volta.

La nostra Coppa Italia è finita, lasciamo che gli altri possano proseguire in questo torneo e concentriamo le nostre forze ed energie sui nostri obbiettivi, quelli che da sempre accendono le notti di primavera di un cielo solo rossonero.

Per questa gara di Coppa Italia, ecco le pagelle dei nostri ragazzi:
AMELIA: 7,5 Effettua un miracolo autentico su Giaccherini nei supplementari, non può nulla sulle reti subite anche se il tiro di Vucinic è partito da molto lontano.
MESBAH: 7 Parte a rilento poi si prende la fascia fino a coronare con una bellissima rete la sua prestazione. La rete di Mesbah mi ha molto ricordato quella di Mannari nel Milan-Juventus 4 a 0 del 1989
THIAGO SILVA: 6,5 prezioso ed efficace, come suo solito
MEXES: 6,5 Da valutare se subisce fallo in occasione del primo goal Juventino, per tutta la gara si dimostra gladiatorio. Nel finale si trasforma in attaccante aggiunto
ANTONINI: 6,5 tende sempre a restare piuttosto bloccato in fase di spinta ma dietro è ermetico e non concede spazi
SEEDORF: 6 Rientrare dall’infortunio e giocare 120 minuti non è facile. Prova a coprire ed impostare ma troppe volte viene fermato in fase di possesso palla dal pressing avversario
AQUILANI: 5,5 Anche per lui, dopo i pochi minuti di Parma, si parla di un rientro dal lungo infortunio in un clima tutt’altro che facile. Qualche buon lancio ma ci ha fatto vedere prestazioni migliori
MUNTARI: 6 Tanta corsa e precisione senza perdere la testa. Prova a proporsi ed anche oggi si dimostra un acquisto prezioso
EMANUELSON: 6,5 Fino alla fine è l’unico ad avere la forza di correre e saltare l’uomo. Prova a far male e comunque si conferma sui buoni livelli attuali
IBRAHIMOVIC: 6 Tanto impegno e qualche giocata ma era già a rischio per una brutta influenza. Contiamo di rivederlo contro la Roma
EL SHAARAWY: 5,5 Corre e si impegna molto, manca di lucidità e precisione di spunto in qualche buona occasione da sfruttare meglio, soprattutto in contropiede
INZAGHI: 5 Pippo ha tutto il nostro amore ma l’età questa sera lo tradisce. Entra e non riesce a pungere, si infortuna e non incide
MAXI LOPEX: 7,5 Grande lavoro di sacrificio e grandissimo Goal che ci porta ai supplementari. Una prestazione Maxi
NOCERINO: S.V. Entra nei supplementari ma la sua freschezza non incide questa sera

 

il PRE Juventus-Milan di Marco Brucculeri

juventus-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Nemmeno il tempo di assaporare la netta vittoria di Parma, che per i nostri colori è già tempo di buttarsi su un nuovo impegno, su un altro obbiettivo da raggiungere, la Coppa Italia.

Come ben sappiamo, l'avversaria è di quelle che stuzzicano, quella Juventus rivale in campionato e capace, dentro e fuori dal campo di colmare l'inferiorità tecnica nei nostri confronti, con una massiccia dose di provocazioni e parole.

Proprio per questo, nonostante la Coppa Italia sia senza ombra di dubbio il trofeo meno importante tra quelli per cui siamo in corsa, l'idea di far uscire i bianconeri dalla competizione è tutt'altro che lontano dalle menti dei nostri tifosi e soprattutto dei nostri giocatori.

Certo, partiamo da un difficile risultato di 1-2 ottenuto in casa, da ribaltare nel difficile e caldissimo Juventus Stadium, ma proprio per gli atteggiamenti avuti da larga parte della sponda bianconera, (Chiellini, Conte, Buffon, Pirlo, Andrea Agnelli ed il giornale Tuttosport su tutti), abbiamo l'obbligo ed il piacere di provare a fare un bello scherzo.
In fondo per noi, la Coppa Italia è, come detto prima, il quarto trofeo per importanza rispetto a quelli giocati durante questa stagione; al primo posto abbiamo la Champions League, al secondo lo scudetto, al terzo la Supercoppa Italiana che abbiamo già vinto in quel di Pechino contro la seconda squadra di Milano ed al quarto posto ecco giungere la Tim Cup.

Sarà curioso ed amaramente divertente il vedere, nel caso in cui dovessimo essere eliminati dalla Juventus, come per tutto il mondo mediatico calcistico e per i tifosi bianconeri, di colpo, la Coppa Italia potrà assumere un valore esponenziale maggiore addirittura alla conquista del campionato.
Tutte cose che abbiamo già vissuto lo scorso anno, quando i nostri rivali avevano le maglie nere e azzurre.

Se tutto va come deve andare in campionato, per la Juventus, questa Coppa Italia potrebbe essere l'unico trofeo stagionale da alzare al cielo. Vale proprio la pena di provare a fermarli.

Certo, nonostante la rivalità con la Juventus e la voglia di batterli, dobbiamo mantenere la mente lucida e razionale.
Abbiamo un quarto di finale terribile contro il Barcellona ad attenderci in Champions League ed un turno delicato in campionato contro la Roma da vincere, per mantenere almeno invariato il distacco in classifica con l'inseguitrice.

Viste le tante indisponibilità in rosa e gli infortuni, cerchiamo quindi, pur dando il massimo in questa Coppa Italia, di non crearci problemi con nuovi infortuni per il campionato e la Champions.

Il clima è caldo, la squadra, pur con tanti problemi di formazione, ha espresso nelle ultime gare un buon calcio.
Abbiamo la consapevolezza di essere più forti e forse, con un pizzico di fortuna, di poter superare questo ostacolo......sarebbe molto sfizioso

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 

=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=